FAQ

DEMISTIFICHIAMO LA SEO

Frequently Asked Questions

Cosa significa SEO?

È l’acronimo in inglese per Search Engine Optimization, in italiano ottimizzazione per i motori di ricerca.

Che cosa fa la search engine optimization (SEO)?

Sostanzialmente si occupa di aumentare il numero di visite di un determinato sito (in realtà di un URL) attraverso il suo posizionamento nei risultati dei motori di ricerca per i termini cercati dagli utenti. La logica è semplice: più un URL è in alto, vicino alle prime posizioni della prima pagina, più sarà cliccato.

Cos’è la search engine optimization (SEO)?

Secondo il Knowledge Graph di Google, l’ottimizzazione dei motori di ricerca è “il processo di massimizzazione del numero di visitatori di un determinato sito Web garantendo che il sito appaia in alto nell’elenco dei risultati restituiti da un motore di ricerca”.

Spiegami come se io avessi 5 anni: che cos'è la SEO?

Quando fai una ricerca su Google come “hotel Venezia”, il motore riporterà circa 10 risultati sul tuo schermo. Questi 10 siti web hanno impiegato mediamente tecniche migliori di SEO e si sono posizionati di conseguenza davanti ai loro concorrenti.

Quali sono i motori di ricerca?

Il più conosciuto è Google. Alcuni altri sono Amazon, YouTube, Bing, Yahoo, Yandex, Baidu, Seznam, Daum e Naver.

Che cos'è la SEM?

SEM è l’acronimo in inglese per Search Engine Marketing, in italiano marketing per i motori di ricerca.

Qual è la differenza tra SEO e SEM?

La SEM o search engine marketing comprende strategie sia per la ricerca organica, quindi SEO, ma anche per spot a pagamento sui risultati di una ricerca fatta su Google o altri canali. Questa pubblicità è conosciuta come PPC o pay-per-click.

Quale è meglio, SEO o PPC?

La risposta a questa domanda potrebbe innescare una discussione senza fine. Diciamo che entrambe hanno le sue particolarità e la sua importanza. Noi ci dedichiamo per scelta alla SEO per credere nel suo valore aggiunto nel lungo termine per il brand o messaggio dei nostri clienti. Ciò nulla toglie al ruolo che il PPC può avere, anche in una strategia condivisa.

Quale è meglio, SEO o SEM?

In realtà il paragone non si pone. La SEO è una delle discipline incluse nella SEM, che racchiude anche il PPC o pay-per-click.

Quali componenti compongono la SEO?

La SEO è composta fondamentalmente da due anime: on-page e off-page.
 
La prima si dedica ad argomenti come keywords, meta descrizioni, tags, immagini e post di blog.
 
Invece la seconda si occupa tra altri del profilo di backlinks, social media e citazioni.
Esiste anche una terza categoria, che secondo alcuni in realtà fa parte della prima, che è la SEO tecnica. Rientrano qui elementi come la velocità del sito, mobile friendly, structured data, sitemap e struttura del sito.

Ma mi serve la SEO?

Risposta: sì, ti serve.
Perché? Immagina tutti i potenziali clienti che utilizzano il web come un’enorme torta. Mediamente il 60% di questa torta farà ricerche su un motore di ricerca come Google per trovare la risposta che cerca: potrebbe trattarsi di un servizio locale come un falegname o un dentista, oppure un negozio di abbigliamento e il miglior prezzo per una determinata macchina.
In questo modo i motori di ricerca fungono da vero strumento di scoperta. Quindi molti di questi che compongono l’enorme torta scopriranno il tuo sito per la prima volta.
Come conseguenza, il traffico indirizzato al tuo sito crescerà nel tempo e avrà un riflesso più che benefico: altri canali come i social. Perfino l’email e il telefono avranno più richieste.

Qual è l'importanza della SEO?

La search engine optmization è importante perché aiuta le persone a trovare le informazioni che cercano sul web. Queste informazioni possono essere una domanda come “qual è il paese più grande del mondo”, “ristoranti vicini a me” oppure “scarpe da tennis adidas originals donna”.
Questi termini di ricerca (nel gergo, “keywords”) vengono lavorati dai motori di ricerca per fornire i migliori risultati all’utente. In base ai risultati visualizzati, il potenziale cliente delle “scarpe da tennis adidas originals donna” possibilmente guarderà i primi siti elencati per valutare un eventuale acquisto.
Qui risiede il vero ruolo della SEO: abbinare l’intento di ricerca degli utenti ai prodotti e servizi che le aziende o professionisti offrono sul web. Come si può facilmente immaginare, questo non è affatto scontato e posizionarsi per i termini sbagliati, inutili o senza traffico che sia, è un pericolo molto concreto.

Mi hanno detto che la SEO è finita. Ma è così?

Questa domanda è diventata un tormentone permanente. Risposta: non solo non è morta come nel 2019 è più viva che mai. La SEO è parte vitale di una strategia di marketing digitale.
Quello che si può dire è che con l’evolvere della tecnologia, la SEO è cambiata radicalmente e cambierà ancora tantissimo. A tale punto che le principali tecniche impiegate fra qualche mese o anno possono neanche esistere in questo momento. Come esempio, basta pensare alla crescita della ricerca vocale non solo su Google, ma anche Amazon, adesso addirittura con i suoi assistenti ‘fisici’ a casa nostra, come Echo e Alexa.

Ho bisogno di prendere qualcuno per fare la SEO per me?

No, ma quanto vale il traffico totale del tuo sito web? Simile a quasi tutte le altre professioni, puoi farlo da solo, ma vedrai sempre i migliori risultati quando porti degli esperti in aiuto. Puoi fare la contabilità della tua azienda da solo, ma scegli di un commercialista perché sai che ne varrà la pena.
Va anche ricordato che i motori di ricerca sono in continuo aggiornamento e essere al corrente di tutto ciò che è necessario alla salute di un sito richiede dedizione di tempo integrale.

Devo iniziare con la SEO prima o dopo la creazione del mio sito web?

Ti consigliamo vivamente di implementare la SEO durante la creazione del tuo sito web. E’ più facile implementare la SEO nel tuo sito web durante la fase di creazione piuttosto che costruirlo dopo che sia pronto. Le ottimizzazioni e impostazioni richieste dalla SEO possono comportare il rifacimento (anche se parziale) di un sito nuovo.

La SEO si fa un’unica volta?

Assolutamente no. La SEO è un’attività che richiede continuità. Alcuni dei suoi componenti sono una tantum. Per avere risultati consistenti dal punto di vista organico, i siti web devono essere costantemente aggiornati. I contenuti freschi e di qualità sono fondamentali per garantirsi un elevato punteggio da parte di Google e degli altri motori di ricerca.

Quanto dura la SEO?

Bisogna avere chiaro in mente che la SEO è un processo, non un evento. In un periodo breve di tempo i risultati della SEO non arrivano. Magari qualche parola chiave con basso traffico e bassa difficoltà è fattibile. Con il passare del tempo i risultati iniziano a farsi vedere. Più si va avanti nella linea del tempo, più i risultati saranno consistenti e palpabili. Se sei interessato a risultati immediati forse la strada giusta per te potrebbe essere il PPC. Se vuoi costruire la tua attività e guadagnare visibilità per un lungo periodo di tempo per il tuo marchio, la SEO è la strada da percorrere.

Come funziona la SEO?

Quando un utente cerca un termine qualsiasi su un motore di ricerca come Google, vede sullo schermo tutta una pagina di risultati. Normalmente sono dieci i siti.
Questi siti vengono scelti dal motore in base alla pertinenza con la query inserita e la sua autorità di dominio (quanto credibile è quello dominio nell’ambito della ricerca. In realtà i fattori sono più numerosi i molto tecnici, li riassumiamo in questi due.
Ad esempio, quando cerchi “ricette con zucchine”, i risultati migliori sono quelli che stanno adottando le migliori pratiche SEO negli occhi di Google, oltre la rilevanza di quel dominio per quel termine di ricerca. Infatti, il sito di Giallo Zafferano ha la prima posizione.
Per riuscire a farlo, i motori di ricerca utilizzano crawler avanzati che raccolgono e organizzano le informazioni di ogni sito web. Ciò crea un indice per ogni sito web che quando necessario viene confrontato con l’algoritmo che Google ha creato per la migliore pratica SEO.
Se vuoi approfondire, in questo video (in inglese) uno dei guru di Google, Matt Cutts, spiega come funziona tutto l’ingegno.

Avere un blog aiuta la SEO?

Assolutamente sì! Ogni pezzo di nuovi contenuti che crei è un’altra opportunità per aggiungere nuove parole chiave target che riguardano il tuo business. Più post di alta qualità vengono creati nel tuo blog, più consistenti saranno i risultati.

Cosa vuol dire traffico organico?

Il traffico organico è traffico non pagato di un sito web proveniente da motori di ricerca come Google o Bing.

Mi puoi garantire il mio sito nella prima pagina dei risultati di ricerca?

Questa è probabilmente la domanda che sentiamo più spesso. Praticamente tutti sanno e riconoscono che la maggior parte degli utenti non guarda oltre la prima pagina dei risultati di ricerca. Sfortunatamente, non esiste una formula magica a rischio zero per portarti lì, indipendentemente da quanti soldi spendi. Siamo in grado di guidarti e contribuire a migliorare il tuo sito web. Il risultato di quello che facciamo è la garanzia della nostra continuità. Però nessuno può seriamente garantire un risultato di prima pagina. Se qualcuno te lo garantisci, faresti bene a correre nella direzione opposta.

Posso creare una pagina con la mia parola chiave scritta 20 volte?

Certo che puoi, ma il risultato sarà proprio l’opposto di quello che vuoi. Google cerca pagine che sono fanno uso del keyword stuffing e le sistema nelle pagine successive. L’ottimizzazione del sito è un processo per renderlo come completamente perfetto, quanto funzionale e efficace sia possibile.
Quando inizi a fare SEO per la prima volta, potresti essere classificato nella quindicesima o ottava pagina di Google. Dopo aver fatto SEO per un periodo di tempo, inizierai a vedere il tuo sito web avvicinarsi sempre più alla pagina 1 per un numero di parole chiave.
Tieni presente che i tuoi concorrenti possono avere consulenza SEO non solo per ottimizzare il loro siti ma anche contro i suoi concorrenti. Facendo SEO, non garantirà il posizionamento su Google, ma aumenterà notevolmente le probabilità di farlo.
Più ottimizzato è un sito web, più è probabile che Google lo sceglierà tra i risultati di ricerca principali.
Ci vuole tempo, impegno, denaro e conoscenza per fare SEO.

Cos'è una SERP?

SERP è un acronimo che sta per “pagina dei risultati del motore di ricerca”. In sostanza si tratta di quello che vedi sullo schermo dopo aver fatto una ricerca su Google, YouTube, Bing, Yahoo o un altro motore di ricerca.

Cos'è una penalità di Google?

Una sanzione manuale di Google viene impiegata quando Google ha individua sul sito una violazione delle sue linee guida. A motivare tale azione ci possono essere parecchi motivi come backlinks acquistati o troppi annunci. Si ricorda che qui intendiamo la penalità manualmente applicata da parte di un dipendente di Google.
Anche se non si tratta di una penalità in sé, è comune sentire che “l’aggiornamento di Google ha penalizzato il sito”. In realtà, questo caso si riferisce ad un ricalcolo del punteggio del sito in cui sono state evidenziate delle debolezze sul sito. Dal passato, ma tutt’ora attive, sono famose Penguin e Panda. Tutti i casi hanno una soluzione, che normalmente richiede non pochi sacrifici.

Le persone possono trovare il mio sito su Google adesso?

Il modo più semplice per testare questo è andare su Google e digitare “site:example.com” e vedere se il tuo sito web viene visualizzato. Ad esempio, per verificare se questo sito è stato indicizzato, digitare “site:sgarbi.eu” su Google.
Se il tuo sito web non compare dopo aver fatto questa ricerca, il tuo sito non è su Google al momento. Per risolvere questo problema, aggiungi il tuo sito web a Search Console e invia la tua Sitemap dopo aver verificato il tuo sito.
Hai difficoltà a trovare la tua sitemap? Prova a digitare “example.com/sitemap.xml” nel tuo browser. Nella maggior parte degli scenari, questo farà apparire la tua sitemap, o almeno ti reindirizzerà alla tua pagina sitemap. Se questo non funziona, abbiamo tanto lavoro da fare.

Perché le posizioni del mio sito oscillano su Google?

La risposta più breve è: perché Google funziona così. Ad ogni suo aggiornamento, sempre più frequenti, questo può succedere. Ma sono soprattutto gli sforzi dei tuoi competitor possono provocare queste oscillazioni. Poi bisogna anche tenere conto da che tipo di dispositivo si fa la ricerca, da quale paese e città si ricerca, con quale account sei loggato, le tue ricerche precedenti, tra altri fattori.
Un ultimo elemento importante da sottolineare è che le SERP sempre di più sono popolate dai chiamati rich results, featured snippets e altro. In poche parole, Google si sta evolvendo per offrire un’esperienza sempre più personalizzata agli utenti. Di conseguenza, a maggior ragione, anche il tuo sito dovrà essere sempre più preparato per fornire queste risposte all’algoritmo di Google.

Il mio sito aveva il doppio del traffico, poi è crollato. Cos’è successo?

Probabilmente il sito è stato colpito da un aggiornamento dell’algoritmo di Google. Spessissimo Google aggiorna il suo algoritmo di ricerca per offrire un’esperienza migliore agli utenti. Parte di questi aggiornamenti consiste nel penalizzare i siti web che vanno contro le regole di Google o, per esempio, offrono contenuti di bassa qualità.
Pensa agli articoli che hanno copiato il contenuto da altri siti oppure gli articoli blog fin troppo brevi e farcito di parole chiave. Con la giusta strategia e sforzo continuato si può raddrizzare questa situazione.

Cos'è la ricerca di parole chiave o keyword research?

Questa si sente molto spesso. La ricerca di parole chiave ti aiuta a determinare le parole chiave per le quali devi ottimizzare le pagine attuali e future del tuo sito. Ad esempio: se il tuo nuovo business si dedica alla ristrutturazione di case, ma scopri che “impresa edile” ha un volume di ricerca più elevato e una concorrenza inferiore al “ristrutturazione di case”, potresti voler variare i contenuti del tuo sito. Non c’è scorciatoia o cammino facile. Questo è un passaggio fondamentale per mettere a punto la strategia che poi porterà effettivamente ai risultati.
La keyword research è un modo per determinare quali query le persone inseriscono nei motori di ricerca in modo da poter pubblicare pagine che verranno visualizzate come risultati per tali query.

Perché non avete scelto la parola chiave specifica che ho suggerito? È importante per noi che diventiamo reperibili per quella parola chiave.

Probabilmente perché abbiamo trovato un’alternativa valida ugualmente rilevante, con volume di ricerche simile o addirittura più alto. Uno dei compiti più importanti della nostra consulenza è individuare il set parole chiave ideale per il tuo business nel tuo mercato di riferimento.

Abbiamo esaminato le parole chiave consigliate. Perché non avete utilizzato le parole chiave con un’unica parola e con un volume di ricerca più elevato?

Scegliamo le parole chiave con il più alto volume di ricerca più appropriate per le pagine che stiamo ottimizzando. Spesso le singole parole possono avere un volume di ricerca elevato ma sono troppo vaghe per avere risultati di ricerca pertinenti. E’ quello che in gergo chiamiamo intento di ricerca. Per approfondire il tema, invitiamo la lettura di questo articolo.

Perché non avete scelto i concorrenti che ho suggerito? Quelli che avete individuato non sono i miei concorrenti.

Teniamo in considerazione i suggerimenti dei concorrenti che svolgono un ruolo centrale nella nostra ricerca per determinare le migliori parole chiave per il tuo sito Web e il tuo settore. I concorrenti identificati nell’elenco sono basati sulla serie di parole chiave che abbiamo ottimizzato per il sito. Questi sono i migliori concorrenti di Google per le parole chiave che stiamo utilizzando per ottimizzare il sito web. Bisogna avere chiaro che non sempre un concorrente “di fatto” è un concorrente anche sul digitale. Spesso succede l’opposto.

Quanto costa la SEO?

Il costo della SEO segue due fattori principali:

il tuo settore e la zona geografica di copertura, entrambi legatissimi al volume totale di ricerche ed il grado di difficoltà.
la dimensione e la qualità del tuo sito web.

Come detto, questi sono i due fattori principali, ma ci sono numerose variabili. Esempio: che tipo di SEO è stata precedentemente applicata al tuo sito.
Nella maggior parte delle agenzie SEO il costo è generalmente suddiviso in un acconto e un fermo mensile. L’acconto è generalmente più costoso perché è la parte più laboriosa. Il sistema di conservazione mensile viene implementato perché il lavoro deve essere svolto sul sito Web in modo coerente per rimanere competitivo nel proprio settore.

Qual è il ROI del SEO?

Il ROI del SEO varia da un settore all’altro.
Cerca di ragionare quanto sarebbe importante per la tua azienda essere la meglio posizionata per i termini che i tuoi potenziali clienti stanno cercando?
Facciamo un esempio: ogni mese 320 persone cercano la frase esatta “location eventi Milano”. Qui non considereremo le variazioni possibili come “eventi Milano” o “posto per eventi Milano”
Essere il primo risultato su Google porterebbe ogni mese circa 110 persone sul tuo sito web che stavano attivamente cercando location per eventi a Milano. Molte di queste non avevano mai sentito parlare del tuo business prima. Supponendo che l’1% di queste persone abbia alla fine prenotato un posto per il suo evento, questo termine di ricerca ti porterebbe 6-7 nuovi clienti ogni anno.
Pronto per iniziare? Compila il nostro modulo di contatto e ti diremo cosa devi fare per iniziare.

Ho altre domande, dove chiedo?

Se hai altre domande sulla SEO puoi chiamarci al +39 0445 1652912 o inviarci una mail tramite il nostro modulo di contatto.

I am raw html block.
Click edit button to change this html